Smile Sharing

Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso

IL CACCIATORE DI AQUILONI

Lascia un commento

“Ma non è vero, come dicono molti, che si può seppellire il passato. Il passato si aggrappa con i suoi artigli al presente”

Finalmente le ferie dopo un intenso periodo di lavoro che mi ha tenuta impegnata fino alla sera prima della partenza. Prima di uscire di casa per recarmi all’aeroporto, apro la libreria in cerca di un nuovo compagno di viaggio, il tempo stringe e i libri non ancora letti sono pochi. Alla fine afferro “Il cacciatore di aquiloni” (più volte preso e riposato perché non mi ha mai attirato come libro) e rileggo la trama:

Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma, per Amir, il passato è una bestia dai lunghi artigli, pronta a inseguirlo e a riacciuffarlo quando meno se lo aspetta. Sono trascorsi molti anni dal giorno in cui la vita del suo amico Hassan – il ragazzo dal viso di bambola, il cacciatore di aquiloni – è cambiata per sempre in un vicolo di Kabul. Quel giorno, Amir ha commesso una colpa terribile. Così, quando una telefonata inattesa lo raggiunge nella sua casa di San Francisco, capisce di non avere scelta: deve partire, tornare a casa, per trovare il figlio di Hassan e saldare i conti con i propri errori mai espiati. Ma ad attenderlo, a Kabul, non ci sono solo i fantasmi della sua coscienza. C’è un mondo violento, assurdo e sinistro, dove le donne sono invisibili, la bellezza è fuorilegge e gli aquiloni non volano più. Trent’anni di storia afgana – dalla fine della monarchia all’invasione russa, dal regime dei Talebani fino ai giorni nostri – rivivono in questo romanzo emozionante e pieno d’atmosfera.

Niente da fare la descrizione non riesce ad ammaliarmi nemmeno questa volta, ma vado di fretta: tiro un sospiro di rassegnazione e metto il libro in borsa.
Passata la fase del decollo, comincio a sentire la stanchezza sopraggiungere così apro il libro, che immagino sarà una noia che mi spedirà dritta tra le braccia di Morfeo, e comincio a leggere. Dopo circa sessanta pagine mi rendo conto che siamo in fase di atterraggio: il tempo è letteralmente “volato” ed il sonno sparito. Tre giorni dopo sono “volate” anche le 394 pagine della storia. Si dice che quando si legge un buon libro alla fine si ci sente come se un amico ci avesse abbandonato. Ecco è cosi che mi sono sentita. La scrittura scorrevole, la fine di un capitolo che richiamava immediatamente il successivo, momenti di vita tristi e grigi descritti con una delicatezza tale da trasmettere empatia e piuttosto che terrore. La “normalità” di una vita passata tra le macerie che, non molti anni prima, erano le fondamenta di una prospera città. Personaggi dal profilo psicologico così bel delineato da avere l’impressione che si stia parlando di qualcuno che conosciamo da sempre.

Morale della storia: ve lo consiglio!
Non sempre la trama riesce a catturare l’attenzione che l’intera storia meriterebbe ma, a mio parere, meglio così, meglio restare sorpresi che delusi! 🙂

E per chi fosse interessato condivido con voi due notizie trovate sul web (e nemmeno tanto “sconosciute” XD)
– “Il cacciatore di aquiloni” è il primo romanzo di Khaled Hosseini, scrittore statunitense di origine afgana. Altri suoi libri sono “Mille splendidi soli” e “E l’eco rispose”, che probabilmente leggerò a breve. Se qualcuno volesse consigliarli/sconsigliarli gliene sarei grata!
– “Il cacciatore di aquiloni” è stato stampato anche in un’edizione graphic novel splendidamente illustrata da Fabio Celoni, fumettista che ha delineato molti personaggi della Disney nonché membro importante dello staff di Dylan Dog, e l’illustratrice Mirka Andolfo, per la trasposizione a fumetti del romanzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...